La mia vita

 

Inizio a ballare  nella mia stanza a 8 anni quando sono emigrata in italia dall‘ Olanda con i miei genitori e

I miei due fratelli piccoli.

Entro in questo Rustico tutta abbandonata, piena di buchi nel soffitto e pavimento.

Mi sembrava di entrare in una casa Magica anche se era tutta da rifare.

 

Mia Madre cucinva profumi nuovi della terra Toscana, mio Papá che giocava con le radio antiche trovando il suono di una frequenza di altri tempi.

Ho 9 Anni e mio padre mi regala una radio. Non capivo il motivo.

Entro nella mia stanza da letto dove le mattonelle di cotto rosso si muovevano e iniziai ad ascoltare la musica del momento erano il 1980. Ma alla radio trasmettevano la musica di Woodstock. Ero una Hippy.

Ballavo con la musica altissima immersa nel mio mondo magico come se fosse ancora oggi, sento il profumo e le vibrazioni del suono ancora intorno a me.

Come rido, mi sento allegramente felice. Mi sento che posso esprimere la mia felicità.

Credevo di averle provate tutte ma nel momento che il mio Insegnante mi dice mettiti la benda e balliamo per un ora, mi sono ritovata. Ho ritovato la Piccola Angelina Felice. Felice di ballare la sua Essenza. La naturalità dell’essere. Di essere in pace. Di sentirmi libera. Di giocare. Di provare nuovi orizzonti.

Ballava tutti i giorni la Piccola Angelina. A 11 anni arriva il momento del giradischi.

Nel mio piccolo paesino, solamente io avevo un Giradischi, e a scuola portavo il girasdischi con le batterie e i dischi e si ballava sui banchi. Ragazzi che meraviglia quel periodo.

Ma ora ancora meglio. Posso ballare con la musica che desidero.

Africana, Indiana, Celtica e quella che mi piace di più è ballare con la benda sugli occhi.

Non avevo mai sperimentato una cosa del genere.

Ascoltare, intuire, lasciar andare. Lasciar essere.

Ecco cosa ho sentito, la vibrazione della nascita. Della mia nascita su questa terra.

Libera di essere.

Non posso dimenticare chi sono ma l’ho fatto!

Mi sono dimenticata di me, andando a scuola, andando a lavorare, entrando in questa vita caotica che non ti fa esprimere ciò che vorresti davvero.

Cosa desidero davvero adesso?

Quale vibrazione desidero ascoltare o essere.

Quale parole voglio far uscire dalla mia bocca.

Quale movimento desiderano i miei vestiti.

I  miei capelli scarduffati senza lacca lasciati liberi al vento danzando.

******~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Sai cosa prova il tuo corpo mentre Balla?

Una sensazione di Felicità e allora che aspetti? Questa è una risposta!

 

 

 

~~~+~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~­­­­

Vi voglio raccontare una storia.

Una storia che mi affascina molto. In cui credo moltissimo. 

 

Si tratta di una storia che si racconta da millenni da quando è nata la Vita.

 

Il symbolo della Vibrazione dell' Universo. 

Molti sanno che tutto l' universo è una vibrazione costante. 

 

e Lo sapevi che quando nasci per piú 2 ore emani una vibrazione altissima percettibile per lgli Scoamani e per le persone sensibili, empatici. Durante la noscra vita perdiamo quella essenza di noi stessi. E ci perdiamo ci trascuriamo, ci ammaliamo. 

 

Nelle culture antiche il suono veniva usato per guarire le persone dalle malattie, dalla Disperazione, e veviva anche usato per prendere decisioni importanti ( ancora oggi )

 

In una cultura viene ancora praticato un rituale per quando nasciamo.

si narra di un evento che a me affascina molto e che ancora oggi racconto per far capire alle persone che possima guarire Spiritualmente Danzando. 

 

La Storia:

Esiste in un posto su questo pianeta dove fanno un rituale meraviglioso per quando nasce un Bambino. 

 

Immagina un bambino che sta nascendo dove la temperatura ambientale 'e comfortevole caldo. 

Con tanto Amore e cura, il bambino o la bambina viene portato fuori nel parco verde dove ci sono molti alberi. 

Collocata in una conca contornata da fiori e essenze naturali.

 

Tutto 'e preparato nel più silenzio e delicatezza. 

Intorno al bambino si mettono a sedere le Madri . 

Le Grandi Madri, che iniziano nel silenzio a sentire a percepire le vibrazioni.

E dopo un pó iniziano a cantare sulla frequenza della percezione del bambino. 

 

 

e tutto questo , perché quando sei in fase di guarigione avendo la malattia, ti servirá ascoltare il suono per guarire .

 

Quando sento una determinata musicas so che quel suono é fatto per me. in quel momento rido dentro e urlo in silenzio la libertá.

 

My life I started dancing at 8 when I emigrated to Italy from Holland with my parents and My two little brothers. I enter this completely abandoned Rustico, full of holes in the ceiling and floor. I felt like I was entering a magical house even if it was all to be redone. My Mother cooked new perfumes of the Tuscan land, my Dad who played with ancient radios finding the sound of a frequency of other times. I am 9 years old and my father gives me a radio.

I didn't understand why.

I go into my bedroom where the red terracotta tiles were moving and I started listening to the music of the time it was 1980. But on the radio they were playing Woodstock music. I was a Hippy.

I danced to the highest music immersed in my magical world as if it were still today,

 

I feel the scent and vibrations of the sound around me. As I laugh, I feel gleefully happy. I feel that I can express my happiness. I thought I tried them all but the moment my Teacher tells me put the blindfold on and let's dance for an hour, I found myself.

 

I found Little Happy Angelina. Happy to dance to the Essence of her. The naturalness of being. To be at peace. To feel free. Of playing. To try new horizons. She danced Little Angelina every day. At 11, it was time for the turntable. In my small village, only I had a turntable, and to school I took the turntable with the drums and records and we danced on the benches. Guys how wonderful that period. But now even better.

 

I can dance to the music I want. African, Indian, Celtic and what I like most is dancing with a blindfold. I had never experienced such a thing. Listen, intuit, let go. Let it be. Here's what I felt, the vibration of birth. Of my birth on this earth. Free to be. I can't forget who I am but I did! I forgot about myself, going to school, going to work, entering this chaotic life that doesn't make you express what you really want. What do I really want now? What vibration do I want to hear or be. What words do I want to get out of my mouth. What movement do my clothes want. My hair untangled without hairspray left free to the wind dancing. ****** ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ Do you know what your body feels while dancing? A feeling of happiness so what are you waiting for? This is one answer! ~~~ + ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ ¬¬¬¬ I want to tell you a story. A story that fascinates me a lot. In which I believe very much. It is a story that has been told for thousands of years since Life was born. The symbol of the Vibration of the Universe. Many know that the whole universe is a constant vibration. and Did you know that when you are born for more than 2 hours you give off a very high vibration perceptible for the Scoamans and for sensitive, empathic people. During our life we lose that essence of ourselves. And we get lost, we neglect, we get sick. In ancient cultures, sound was used to heal people from disease, from Despair, and it was also used to make important decisions (still today) In one culture, a ritual is still practiced for when we are born. it tells of an event that fascinates me a lot and that I still tell today to make people understand that we can heal Spiritually by dancing. History: It exists in a place on this planet where they do a wonderful ritual for when a Child is born. Imagine a baby who is being born where the ambient temperature is comfortable warm. With much love and care, the boy or girl is taken out into the green park where there are many trees. Located in a basin surrounded by flowers and natural essences. Everything is prepared in the most silence and delicacy. The Mothers sit around the baby. The Great Mothers, who begin in silence to feel to perceive the vibrations. And after a while they start singing on the frequency of the baby's perception. and all this, because when you are healing with the disease, you will need to listen to the sound to heal. When I hear a certain I know that sound is made for me. in that moment I laugh inside and silently scream freedom.

 

 

 

 

 Ausbildung Trance Dance 2022

 

Ho iniziato a ballare con il controllo per 3 giorni. Al 4 giorno mi sono allontanata e girandomi ho perso la bussola e ho ritovato me stessa.

I started dancing with control for 3 days. On the 4th day I moved away and turning around  I lost the compass and found myself again.

 

Arrivando al cuore sentendo la necessità di esprimere la mia vita , incontro mio Padre che mi prende per mano e mi regala il potere del esprimermi attraverso il movimentoBallo.

.Arriving at the heart feeling the need to express my life, I meet my Father who takes me by the hand and gives me the power to express myself through Dance.

Grido la mia Libertá di catene che si spezzano e sento che quel gesto del grido non é altro che Gioia di vivere attraverso il SUONO.

I cry out my Freedom of chains that break, and I feel that that gesture of the cry is nothing but the Joy of living through the SOUND.

 

Le lacrime il movimento quella vocale che esprime la gioia come una rinascita uscendo dal grembo di me stessa che decide di essere la originale essensa del momento.

The tears, the movement, my voice, that expresses joy, like a rebirth coming out of the womb of myself,  that decides to be the original essence of the moment.

 

ed è in quel momento nel movimento che vedo le mie paure, i miei errori, le mie cadute, e ascoltando quel suono in quel momento, scopro l'amore, l'amore, la bellezza di quel sentimento, sussurrandolo al vento, che risponde io: il tuo sorriso era sempre lì ad accendere quella Luce che era alla fine delle tue Tenebre.

 

and it is in that moment in the movement that I seeing my fears, my mistakes, my falls, and wenn i listening to that sound in that moment, I discover love, love, love , and the beauty of that feeling i whispering it to the wind, which answers me: your smile was always there to turn on that Light that was at the end of your Darkness.